Le poesie di Giuseppe Nigretti - Giuseppe Nigretti Labyrinths - Arte Poesia Pittura Fotografia

logo sito web giuseppe nigretti
logo sito web giuseppe nigretti
logo sito web giuseppe nigretti
logo sito web giuseppe nigretti
Vai ai contenuti

Menu principale:

LINK FOOTER
DIARIO DI~ARIA - Ed. Gilgamesh 2024
Con la silloge Diario Di~aria di Giuseppe Nigretti siamo di fronte non a una poesia che definisce, ma a una che pone domande, indica, suggerisce, individua dei grumi di significato, e lascia al lettore di scoprirne le relazioni con il sé, con il mondo, con il vivere, con l’immaginare, e lo pone nella situazione di interrogante non in quella di chi ama ricevere rassicurazioni. Una poesia dell’inquieta parola, in bilico tra la necessità, l’urgenza e l’impossibilità del dire. Dove le mendicanti parole esprimono la continua ricerca di dare senso ai vuoti, alle solitudini, all’erranza del cuore. L’amore che attraversa l’opera - nella sua ultima verità - è una delle grandi illusioni cui l’uomo soggiace, un inganno, una vera parvenza, un miraggio reale, un’ombra reale. Qui la veste ossimorica rende bene il gioco beffardo e illusorio dell’ingarbugliato dedalo della vita. Che alla fine non lascia in - chi ancora amore chiama - che macerie, fasci di scorie.

L'ESSERE E LA SUA MANO - Ed. PeQuod 2023
La genesi dell’opera ha le radici nell’interiorità del poeta, da sempre attratto dal fascino dello spirituale. Non si tratta di un approccio storico-critico alle Scritture, o di un ritorno alle cose religiose con gli occhi dell’infanzia, o il desiderio di ripristinare una fede smarrita, bensì dell’acuirsi e accendersi di uno sguardo che non ha mai cessato di interrogarsi.
Qui, i protagonisti sono l’essere e la sua mano, (il poeta e la sua scritura) quali esuli in fuga che testimoniano l’umana erranza, in una geografia metafisica, a reinterpretare il racconto del passato collettivo nel confronto col divino, sulla soglia dell’”oltre”, di quel grumo di attese che il pensiero occidentale ha denominato Dio.

PER AMARE DERIVE - Ed. Albatros Il Filo 2023
Il mare omerico è l’orizzonte poetico di Giuseppe Nigretti, che ne coglie gli opposti: vita e morte, illusione e delusione, attesa e compimento, in un continuo perdersi e ritrovarsi: perché il mare è il tuo specchio, (Baudelaire).
L’incrocio di analogie e contrasti è anche nel titolo, dove la parola amare ha in sé la doppia lettura di aggettivo e di verbo, mentre la preposizione per è l’andare, il topos del viaggio, dell’esilio, del naufragio.
Ne esce una semantica delle derive come piacere e dolore, che investe l’essenza umana, verso il freddo dell’assenza; dove il vissuto fra parvenze e miraggi, fra scorie e memorie, va a significare simbolicamente ogni condizione umana, che non cessa di interrogare il destino, nelle derive sconfinate della poetica voce.

ATTRAVERSANDO LE PORTE DI CARTA 2022/2023 - (inedito)
è un poemetto che si snoda come un lungo discorso che prende avvio dalla lettura/meditazione del libro dei Veda, ma che poi si estende alla riflessione sull’uomo, che arresta il suo cuore pulsante – con soste di vertigine – di fronte ad ogni incursione nel divino. Dove si riconosce l'altro da sé, da cui l'uomo è - ab origine - diviso, ma a cui vuole riunirsi, col sacrificio, la preghiera, le offerte... È un’esplorazione poetica su quelle storie di uomini e di dei, di mondi e di universi diversi.

NEL SILENZIO URLANTE DEL TEMPO 2023/2024 - (inedito)
La nuova silloge di Nigretti si dà nella forma di un canto epico sulle sciagure umane, (guerra, immigrazione, muri, violenza dell’uomo sull’uomo…), che ri-torna anche nella veste di sguardo/re-visione sulla propria vita. In cui si sono succedute Naufragi e derive dei popoli e del poeta stesso. Si leggono in filigrana momenti e passi della sua vita e della produzione precedente, ma c’è un piglio più critico, un tono di asprezza, temperato dal chinarsi pietoso verso un’umanità che ha smarrito la bussola e che rischia la propria fine. L’attrito del mondo  impatta su una lingua spezzata e franta, che ora si alza a sferzare,  ora ad accarezzare gli angoli puntuti e spinosi del vivere.
The artworks are protected by Licenze Creative Commons 4.0
logo creative licenze commons
webmaster giuseppe nigretti © all rights reserved 2009 R. 12.5/2019
logo blogger    logo flickr    logo facebook    logo linkedin    logo youtube    logo twitter
search in labyrinths
search engine by freefind
icona email labyrinths
icona print labyrinths
logo blogger  logo flickr  logo facebook  logo google+  logo linkedin  logo youtube  logo twitter  instagram nigretti poesie
The artworks are protected by Licenze Creative Commons 4.0 logo licenze creative commons
webmaster giuseppe nigretti © all rights reserved 2009 R. 12.5/2019
The artworks are protected by Licenze Creative Commons 4.0 Logo Licenze creative Commons  webmaster giuseppe nigretti © all rights reserved 2009 R. 12.5/2019
logo blogger     logo flickr     logo facebook          logo youtube     logo twitter
search in labyrinths
search engine by freefind
The artworks are protected
by Licenze Creative Commons 4.0 logo licenze creative commons
webmaster giuseppe nigretti
© all rights reserved 2009 R. 12.5/2019
logo blogger     logo flickr     logo facebook          logo youtube     logo twitter
logo blogger    logo flickr    logo facebook    logo linkedin    logo youtube    logo twitter
Torna ai contenuti | Torna al menu